ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


-Pan eStrapiumb

 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio




 
 

Chianocco
Siamo in un piccolo comune della media valle, di cui difficilmente si sarà sentito parlare, se non per il suo caratteristico Orrido, scavato dal rio Prebec, in un gigantesco ammasso roccioso di calcare bianco, posto appena a monte dell'abitato. Da una quindicina di anni promosso a riserva naturale, in quanto al suo interno vive una particolare quercia sempreverde, il "Leccio" rarissima in queste regioni. Al pari dell'Orrido di Foresto, anche qui sulle pareti dell'Orrido di Chianocco, negli anni 70, sono state tracciate alcune vie alpinistiche, alte una ottantina di metri e fortemente strapiombanti, tanto da poter essere salite solo con le tecniche di arrampicata artificiale con uso intenso di chiodi a pressione.
Verso la fine degli anni 80 sono stati ripresi parzialmente alcuni vecchi itinerari e tracciati alcuni nuovi monotiri, ma dopo un breve periodo di frequentazione e l'istituzione della riserva, l'area arrampicabile è stata presso ché abbandonata.

SETTORE LOS AREA :
La falesia si trova a ridosso delle case della borgata Colombè nel paesino di Chianocco. Sorge su di un terreno privato, per cui la prima regola è il massimo rispetto per la zona e per gli abitanti. Lunghe e delicate sono state le trattative per arrivare ad utilizzare la falesia: un solo errore avrebbe potuto compromettere per sempre la frequentazione. Molto si deve all'Amministrazione Comunale che ha portato avanti con volontà e determinazione il progetto, finanziando poi la sua completa riattrezzatura. Scoperta ed attrezzata praticamente tutta, verso la metà degli anni '80 da Gabriele Bar, forte scalatore locale, che si dedicò con estrema passione all'arrampicata sportiva di alto livello e trasportò su questa piccola barra rocciosa i concetti di pura difficoltà che già si vedevano nelle falesie d'oltralpe. Curioso è anche il nome, derivante da un soprannome del medesimo G. Bar. Egli sarà, anche nel 2008, l'ideatore ed il principale esecutore della nuova riattrezzatura.
Oggi la parete si presenta come una lunga fascia di roccia calcarea gialla, molto friabile, che nella sua estremità destra diventa rosso-grigia molto più compatta. E' eccezionale per la varietà di prese, caratterizzate da buchi, tacche e piccole fessure, molto simile alle rocce del Finalese Ligure, ma in alcuni tratti un pochino delicata.
Ci sono una ventina di itinerari con una buona gamma di difficoltà, tra il grado 6 ed il grado 7, anche se questi ultimi sono prevalentemente su muri verticali o poco strapiombanti, tali da presentare partenze piuttosto violente sulle dita e difficili passaggi tecnici. Nella scheda di alcuni tiri abbiamo riportato una doppia valutazione. La tabella segnala la difficoltà dell'itinerario nella sua completezza, la piantina invece, segnala la difficoltà della sola parte alta del tiro. Questo perché, con vari traversi é possibile fare la sezione alta della lunghezza senza concatenarne la prima parte,decisamente più difficile. Nel settore troviamo anche 4 mini lunghezze, con chiodatura ravvicinata, dedicate ai più piccoli. L'unico neo è che esse sono, nel contempo, la partenza di itinerari normali, per cui in caso di frequentazione la convivenza potrebbe essere scomoda. La lunghezza dei tiri raggiunge sovente i 30 m.. L' avvicinamento è nullo. La parete è ben riparata dal vento ed esposta al sole, pertanto è indicata nei periodi freddi.

ACCESSO:
aggiunto il paese di Chianocco, (A32 del Frejus, uscita Bussoleno) svoltare a dx sul ponte, imboccare la strada in discesa: la falesia è subito visibile sulla sinistra. Proseguire per 300 m. e parcheggiare con cura in prossimità dei campi da bocce. Percorrere a piedi la stradina sterrata che, in pochi metri, conduce alla base della parete.

  Itinerari  
  01 - Uomo Leggiardo 5+
02 - L’Ululo delle Bergere 6C+
03 - Il Mago 7A+
04 - Il Maestro 6A
04bis - Denny  6A
05 - Asterix 6B
06 - Obelix 6A
07 - Sinfonia di Cozze 7A+
08 - Etnug 6C
 
09 - Alan Ford 7A+
10 - Ritorno del Gran Pesce 7B+
11 - Kriminal 8A
12 - Sauta al Disco 7B
13 - Diabolik 7C
14 - Canolicchio 6A+
15 - Corvo Giallo 6C+
16 - Coccinelle 6C
17 - Nuvola Rossa 6B+
 
Scarica il file PDF ( Chianocco-LosArea.pdf  140 KB )     / Click destro " Salva oggetto con nome... " /

| Torna a Falesie Valsusa |

| Avigliana Cava | Chiusa Placche San Michele | Mompellato Le Placche | Mompellato Torrione | Caprie Estate-Inf. | Caprie Estate-Sup.| Caprie-Dahù | Caprie-Anticaprie | Caprie-Gran RitornoAcidoFormico | CaprieMalizie | Caprie-Pozze | Caprie-Paretine | Caprie-Haiku | Caprie-Silenzio | Caprie-MuroVetro | Caprie-OasiCastagneti | Caprie-Paradiso | Caprie-MuroMago | Caprie-Promontorio | Caprie-Scoglio | Caprie-Campambiardo | Caprie-Cevrè | Condove-Perabruna | Borgone-RoccaPenna | Borgone-Cava | Borgone-Libro | Chianocco-LosArea | Foresto-Paretine | Foresto-Striature | Foresto-Amore | Foresto-Terrazze | Foresto-Loggia | Foresto Orrido | Foresto-Isola | Foresto-NeverendingWall | Val Clarea GranRotsa | Val Clarea Greisun | Venaus-SanMartino | Novalesa-Paretone | Novalesa-Cascate | Novalesa-Toupè | Gravere-Cariboni | Gravere | Ramat | Exilles-Levi | Militi-Gare | Militi-Tao | Croz del Rifugio | Sueur | Cesana R Clarì | Cesana San Gervasio | Cesana Remolon | Cesana LagoNero |Cesana-Rhuilles | Cesana-Griserie | Claviere-Biasse |

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010