ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


-Pan eStrapiumb

 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio




 
 
Punta Cristalliera   m. 2778  gruppo Orsiera - Rocciavrè
PUNTA CRISTALLIERA m. 2778

Il gruppo del M.Orsiera - M. Rocciavrè si trova a ridosso dello spartiacque che divide la valle di Susa dall’adiacente Val Chisone e dalla meno evidente valle del Sangone, geograficamente è posto ad est ed a sud rispetto all’asse fluviale della Dora Riparia, il fiume che attraversa per intero la valle di Susa. Tutta la zona si trova all’ interno dell’omonimo parco naturale nato una ventina di anni fa per difenderne il patrimonio naturale dagli attacchi della modernizzazione e dall’edificazione selvaggia. Tutta la zona offre un bellissimo territorio escursionistico diviso sulle due vallate e non solo, in quanto vista la sua costituzione prevalente di rocce verdi, offre anche interessanti scalate; particolarmente impegnative sul M.Orsiera e sulla Punta Cristalliera. Gli accessi più evidenti si trovano in corrispondenza degli abitati di Bussoleno a nord, di Coazze ad est e di Fenestrelle a sud.

 
P.ta Cristalliera vers. meridional P.ta Cristalliera vetta

La Punta della Cristalliera
si presenta come una bella piramide di roccia salda, che sorge sullo spartiacque principale a NO del colle di Pra Reale, alla testata della Vallone del Gravio . Proietta verso SSOI un crestone di roccioso assai dirupato, nella parte meridiana che separa i valloni del Lau e delle Vallette. Il versante SO scende ripido nel vallone di Lau, formando il Torrione Centrale, assai complesso e su diesso si svolgono le vie più impegantive della punta Cristalliera. Nella parte settentrionale vi è il Torrione Ovest detto anche Torre Sbardella, il versante sud compreso tra le creste SSO e SE di rocce in alto e di detriti in basso scende ripidamente nel vallone delle Vallette. Il versante NE, assai ampio si abbassa con scoscesi pendii rocciosi in alto e detritici in basso, sul bacino di Cassafrera.
Prima ascensione nota : F. Vallino 1884

Rifugio GEAT Val Gravio
Si trova nel omonimo vallone sul versante sinistro orografico, a quota 1340 mt. Immerso nel bosco di larici.
Di proprietà della Geat sottosezione del CAI Torino, costruito ne 1928venne distrutto durante gli eventi bellici e successivamente ricostruito e ampliato. E’ una grossa costruzione in muratura a due piani con circa 30 posti letto, aperto con servizio di alberghetto dai primi di giugno a fine settembre, dotato di locale inveranle sempre aperto. Tel. 011 9646364
Accesso :
- Raggiunto il paese di San Giorio tramite l’A32 del Frejus oppure una delle due SS 24 e 25 che attraversano la valle di Susa, dirigersi verso la frazione “Città”, l’ottima strada asfaltata sale nei boschi, attraversando varie frazioni per una buona decina di chilometri, fino alla Città, da qui proseguire ancora lungo la stradina asfaltata che procede in piano per circa 1 km fino alla frazione Adret 1130 mt. dove termina con un ampio parcheggio. Imboccare la mulattiera che si infila tra le case, in breve si entra nel vallone del Gravio costeggiando la falda sinistra idrografica, e con percorso quasi pianeggiante si raggiunge il rifugio. h. 1.00

Torrione Ovest, Torre Sbardella ;
Difficoltà : AD-
Dislivello : 1550 m.
Tempo : 6.30 ore salita vetta
Luogo di partenza : Rif. Val Gravio m. 1340

Poco a monte del rifugio attraversare il torrente Gravio e per ottimo sentiero raggiungere il laghetto delle Cavalle 1975 mt., da cui al Pian delle Cavalle, 2054 mt. e quindi sul piano di Cassafrera, vasto bacino di massi di enorme mole, attraversarlo con percorso poco agevole fino la sua estremità ovest, ove ricomincia la falda erbosa, qui vi è l’ottima fontana di Cassafrera, 2239 mt. Volgere ancora verso ovest lungo la base meridionale della cresta est della Punta Malanotte, attraverso magri pascoli e detriti si raggiunge il colle Superiore di Malanotte. 2680 mt. (È la depressione compresa tra la P. Malanotte e la P. Cristalliera) con rapida discesa abbsssarsi nel avllone del Lau ed in breve alla’attacco del Torrione. h 5.00 Attaccare lo zoccolo per un canalino, uscire a sinistra e superare alcuni gradini di roccia e terriccio, senza percorso obbligato risalire le brevi paretine di roccia sana puntando verso le sovrastanti placche verticali. Un canalino taglia diagonalmente verso destra le placche terminando sul loro spigolo. Risalire il canalino per due tiri di corda II° e III° grado; proseguire ora lungo lo spigolo, III° grado oppure a sinistra per una placca ben appigliata. Seguono divertenti rocce che conducono alla terrazza dominata dall’salto terminale della Torre. Scendere a sinistra fino ad un canalino che conduce senza difficoltà alla sommità del torrione; ancora una facile crestina conduce alla vetta principale. h 1.30 dalla base.

Discesa : facilmente lungo la cresta NO per rocce rotte si raggiunge il colle Superiore di Malanotte, da cui per l’itineraio percorso all’andata si rientra al rifugio Val Gravio.

Per avere maggiori informazioni o se volete farvi accompagnare nell'ascensione : Scuola Italiana di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata

 
Scarica il file PDF ( Cristalliera.pdf   391 KB )     / Click destro " Salva oggetto con nome... " /

  Breve Storia dell'alpinismo in Valle di Susa Il  Massiccio Ambin Mostra Alpinismo Storico nel Massiccio Ambin

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010