ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


-Pan eStrapiumb

 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio




 
 


Vie di Roccia Classiche in Valle di Susa

In questa sezione vogliamo presentarvi alcune vie di roccia, per così dire classiche della valle. Aperte in epoche passate e poi in modo più o meno continuativo sempre riprese dalle nuove generazioni. Non a caso tre di esse si trovano nella laterale valle Stretta, che come già detto, è stata per quasi secolo, teatro d' azione di tutti i più forti arrampicatori piemontesi. Questo merito sicuramente non va solo alla bellezza del luogo e l' imponenza delle pareti, ma anche alla comodità di accesso, sopratutto per chi provenendo da Torino, poteva il sabato sera raggiungere Bardonecchia con il famoso " Menelik" ; cioè l' ultimo treno della notte, che partiva da "Porta Nuova "  intorno alla mezzanotte. Su queste pareti si sono scritte pagine di storia dell' arrampicata, per mano di famosi alpinisti, basti citare:  Giusto Gervasutti, meglio denominato con l' appellativo de " Il Fortissimo ", Guido Rossa, arrampicatore di talento, anche attivo sul fronte politico, Gabriele Boccalatte, Mario Rivero e tanti altri.....

A differenza delle vie moderne, gli itinerari cosidetti classici, qui presentati, necessitano di un approccio diverso, il più delle volte esse presentano difficoltà tecniche decisamente al di sotto della media, ma bisogna spesso e sovente saper valutare la roccia, saper individuare la linea, saper utilizzare le protezioni veloci quali friend e nuts, a volte anche saper usare martello e chiodi. Insomma meno muscoli e/o bravura tecnica ma più intelligenza ed astuzia.

Questa non vuole essere ne una guida esaustiva, tanto meno una selezione delle arrampicate classiche della Valle, semplicemente è nostra intenzione fornire indicazioni agli alpinisti e scalatori che frequentano le nostre belle montagne. Per ora le vie indicate sono veramente molto poche, ma come è di nostra abitudine preferiamo dare poco ma corretto, piuttosto che tanto ma impreciso.  l' impegno è di aggiornare e continuare ad aggiungere itinerari.

Alcune indicazioni comuni a tutti le pareti :

le pareti qui indicate sono costituite essenzialmente da calcari molto antichi, in particolare le rocce della Valle Stretta prendono anche il nome di Dolomiti di Valle Stretta, in quanto si notano evidenti somiglianze con il famoso massiccio. La stratificazione, a grandi linee orizzontale fa si che le pareti siano attraversate in senso longitudinale da evidenti cenge, anche molto ampie, mentre nel senso del verticale sono numerose le fessure a camino e i diedri abbastanza netti. Non sempre è facile proteggersi con le comuni attrezzature veloci, ed è quindi indispensabile avere un livello d' arrampicata sempre superiore alle difficoltà della via.
La roccia dal punto di vista dello scalatore è in  generale è molto buona e compatta nelle sezioni verticali, mentre risulta fratturata e quindi delicata ove le pareti si abbattono. Le scalate proposte sono in buona parte equipaggiate nei tratti più difficili e nelle soste.

   
 1a - Parete dei Militi
     Spigolo Grigio
Non ha bisogno di commenti la celebre Parete dei Militi in Valle Stretta, già frequentata dai primi anni del secolo scorso, ha da sempre avuto fama di roccia poco sicura, ma ben cercando alcune vie non sono per niente da abbandonare. Qui presentata la più classica e breve ....(Continua)
   
 1b- Parete dei Militi
     De Albertis - Rivero
L’ itinerario rappresenta una delle più interessanti scalate sulla parete, sia per logicità, che per difficoltà e continua della via, nonché per la notevole lunghezza. La prima parte, “De Albertis”, consta di una arrampicata assai bella e sostenuta, lo “Sperone Rivero” ne rappresenta la naturale prosecuzione ....... (Continua)
   
1c- Parete dei Militi
     Diedro del Terrore
Via famosa ed esigente che all’epoca della prima salita fece scalpore per le difficoltà superate e per la linea azzardata. Enorme diedro posto al centro della parete, sbarrato da grandi fasce di tetti. Arrampicata di grande impegno e continuità con forti difficoltà anche in arrampicata libera e artificiale..... (Continua)
   
 2 - Croz del Rifugio
      Via Re-Maggi

Sorella della vicina Parete dei Militi ma decisamente meno famosa, incastrata tra i diversi itinerari moderni una classica parzialmente riattrezzata..... (Continua)

 
 3 - Torre Germana
     
Spigolo Boccalatte

Una classica da non mancare assolutamente, qui si assapora l' arrampicata degli anni 30, difficoltà moderate ambiente garantito ..... (Continua)

   
 4 - Rognosa D'Etiache
     Torre Maria Celeste
Nel passato recente, la Rognosa ha attirato per diversi decenni i più forti alpinisti torinesi e piemontesi che sulle sue Torri hanno lasciato la firma un pò ovunque. La Torre Maria Celeste, è la principale e più evidente, la sua parete sud-est si presenta come un muro compatto di circa 300 metri di dislivello .....(Continua)
   
 5 - Monte Furgon
     Via del Pilastro

Pur essendo stata aperta in anni recenti merita sicuramente di divenire classica, attrezzatura mista a spit e chiodi normali, di media difficoltà  ... .(Continua)

   

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010