ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


-Pan eStrapiumb

 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio




 
 
Monte Orsiera  m. 2890   gruppo Orsiera - Rocciavrè
MONTE ORSIERA m. 2890

Il gruppo del M.Orsiera - M. Rocciavrè si trova a ridosso dello spartiacque che divide la valle di Susa dall’adiacente Val Chisone e dalla meno evidente valle del Sangone, geograficamente è posto ad est ed a sud rispetto all’asse fluviale della Dora Riparia, il fiume che attraversa per intero la valle di Susa. Tutta la zona si trova all’ interno dell’omonimo parco naturale nato una ventina di anni fa per difenderne il patrimonio naturale dagli attacchi della modernizzazione e dall’edificazione selvaggia. Tutta la zona offre un bellissimo territorio escursionistico diviso sulle due vallate e non solo, in quanto vista la sua costituzione prevalente di rocce verdi, offre anche interessanti scalate; particolarmente impegnative sul M.Orsiera e sulla Punta Cristalliera. Gli accessi più evidenti si trovano in corrispondenza degli abitati di Bussoleno a nord, di Coazze ad est e di Fenestrelle a sud.
 - Punta Orsiera versante sud-est          - Punta Orsiera versante Nord

Il Monte Orsiera;
bella ed ardita montagna rocciosa che si innalza sullo spartiacque principale ad est del colle dell’Orsiera, Consta di due vette di cui quella N, posta sullo spartiacque, è la più alta ed è sena nome e senza quota sulle tav. IGM, che assegnano il nome e la quota ad una vetta, alquanto più bassa, posta sul crestone che si dirama verso S (V. Chisone) dalla punta maggiore. Tra le due vette vi è l’itaglio chiamato Colletto dell’Orsiera. Le tre creste rocciose che concorrono a formare la vetta più elevata, vanno rispettivamente verso O al Colle dell’Orsiera,; verso NE alla Punta Rocca Nera, (queste due creste appartengono allo spartiacque principale) e verso S, cresta che dopo aver formato al Punta S, si suddivide in due ramificazioni scendenti in Val Chisone. Panorama stupendo, sebbene il gruppo del Rocciavrè mascheri a tratti la pianura, in particolare sul Rocciamelone.
Prima ascensione nota : sconosciuta

Rifugio Onelio Amprimo
Si trova nella conca del Rio Gerardo, a m. 1385, poco ad oriente ed alla medesima quota delle baite di Rio Secco nel comune Bussoleno. Di proprietà del CAI Bussoleno, in muratura a due piani con circa 60 posti letto, aperto con servizio di alberghetto dai primi di giugno a fine settembre. Tel. 0122 49353
Accesso :
- Raggiunto il paese di Bussoleno, tramite l’A32 del Frejus oppure una delle due SS 24 e 25 che attraversano la valle di Susa, dirigersi verso le frazioni dei Tignai e Baroni, superale e raggiungere il Castello Borello, non svoltare per il castello ma proseguire lungo l’unica stradina che presto diventa sterrata raggiungendo la borgata Pinetti a 1000 mt. di quota, ora la sterrata continua ma in condizioni poco adatte alle auto non fuoristrada fino a quota 1250 circa dove finisce con un esiguo spazio di parcheggio. Da qui un sentiero dapprima in ripida salita, alla chiesetta di Pian Cervetto, e poi in falso piano al rifugio. h. 0.15.
- Raggiunto il paese di San Giorio tramite l’A32 del Frejus oppure una delle due SS 24 e 25 che attraversano la valle di Susa, dirigersi verso la frazione “Città”, l’ottima strada asfaltata sale nei boschi, attraversando varie frazioni per una buona decina di chilometri, fino alla Città, da cui si stacca sulla destra una breve sterrata che con un paio di tornanti conduce alla località Travers a Mont a mt. 1250 circa. Da qui un comodo sentiero, poco ripido, conduce alle baite di Rio Secco e quindi al rifugio. h. 0.25.

Rifugio G. Toesca o della Balmetta
Si trova nell’alto vallone del Rio Gerardo a 1710 mt. di quota su di uno slargo erboso detto Pian del Roc, da un grosso masso. Di proprietà del UET, sottosezione del CAI di Torino, in muratura a due piani recentemente rimodernato offre una trentina di posti letto, aperto con servizio di alberghetto dai primi di giugno, da qui si possono salire tutte le vette del vallone del Rio Gerardo, e attraverso il colletto di Gàvia il Monte Orsiera, attraverso i colli del Sabbione e di Malanotte, la Punta Malanotte e la Cristalliera. Tel. 0122 49526
- Raggiunto il rifugio Amprimo, proseguire lungo l’evidente sentiero nel mezzo del vallone attraversando rado bosco e qualche radura erbosa, superare l’alpeggio della Balmetta e con un ultima ripida balza boscosa raggiungere il rifugio h.1.0 (1.45 da Pinetti o da Travers a Mont)

Cresta Nord-Est via Dumontel ;
Difficoltà : AD-
G. ed Ottavia Dumontel, G. Fortina, A.Hess 1906
Dislivello : 1200 m.
Tempo : 5.00 ore salita vetta
Luogo di partenza : Rif. Toesca m. 1710

Itinerario interessante, richiede precauzione nella stagione primaverile.
Dal rifugio in direzione SO attraverso l’ampio bacino di magri pascoli e detriti, dapprima verso il Colle del Sabbione e poi piegando a destra fino a raggiungere il colletto del Gàvia, mt. 2775, posto a sud della Punta Nera. Da cui in leggera discesa e con una traversata poco agevole al colle Ciardonnet 2725 mt., evidente depressione tra la Punta Rocca Nera ed il Monte Orsiera h. 3.30 Si attacca quindi la frastagliata e stretta cresta, di ottima e divertente roccia e la si segue, dominando sempre la precipite parete nord, scavalcando tutti i gendarmi, alcuni dei quali offrono una non sempre facile arrampicata. Una placca liscia è attrezzata con una fune d’acciao non indispensabile. h. 1.30

Discesa : per l’ itinerario comune del versante est, dapprima una breve e facile cresta conduce al Colletto dell’Orsiera, situato tra le due vette, poi per il canalone est, di ripidi sfasciumi fino al bellissimo laghetto del Ciardonnet 2550 mt. Quindi per sentiero si risale al colle del Gàvia 2770 mt. e per il medesimo itinerario percorso in salita al Rifugio Toesca. h. 3.00. In alternativa dal Colletto dell’Orsiera, attraverso il canalone ovest ed il colle dell’Orsiera, è possibile la discesa nel vallone dell’Orsiera transitando per le omonime bergerie (posto tappa) fino in località Madonna della Sallete, (Pra La Grangia) mt. 1380. Itinerario molto consigliabile a patto di aver un recupero in auto da detta località.

Per avere maggiori informazioni o se volete farvi accompagnare nell'ascensione : Scuola Italiana di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata

 
Scarica il file PDF ( Orsiera.pdf   1,25 MB )     / Click destro " Salva oggetto con nome... " /

  Breve Storia dell'alpinismo in Valle di Susa Il  Massiccio Ambin Mostra Alpinismo Storico nel Massiccio Ambin

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010