ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


-Pan eStrapiumb

 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio




 
 


  Valle Argentera

Tributaria della Alta Valle di Susa è terreno ideale per lo sci di fondo e lo scialpinismo. I suoi fianchi orientali molto ripidi e incisi da profonde forre e canaloni, nascondono un vero paradiso per gli amanti del ghiaccio ripido. Inoltre la quota media elevata e la particolarità di essere ben al riparo dai venti di caduta fanno si che il ghiaccio si formi molto presto e sciolga avanti nella stagione. Non è raro vedere ai primi di aprile alcune cascate in super condizioni. La nota dolente è che molte cascate si trovano in colatoi da valanga, pertanto vanno percorse solo con condizioni di neve perfettamente assestata. Tutte le colate sono visibili dalla sterrata estiva, che in condizioni di buon innevamento diventa pista da fondo. Quando l’ inverno è povero di neve troviamo le migliori condizioni e sovente la strada, benchè non aperta, è percorribile con catene da normali automobili, almeno fino al Brusà del Plan, il che rende gli avvicinamenti molto più rapidi.

ACCESSO : Da Torino percorrendo l’autostrada o la SS 24 del Monginevro raggiungere Cesana Torinese, proseguire lungo la carrozzabile oltrepassando la fraz. Sauze di Cesana, nel primo tornate dopo l’ abitato si stacca la carrareccia che si inoltra nella valle Argentera quasi sempre percorribile fino al Ponte Terrible (poche centinaia di metri) dove troviamo ampio spazio di parcheggio. Da qui in 40 - 50 minuti si raggiunge il bellissimo pianoro di Brusà del Planes m. 1816 utili gli sci. In condizioni di scarsissimo innevamento è sovente possibile arrivare a Brusà del Planes ed anche oltre in auto, utili le catene.

  Nome Disl.  Diff.  Espos.
 1 - L’ Altro Volto del Pianeta 130 m. ED+ ( 6 / III )  NordEst
 2 - Cascatone del Boucher 130 m. TD+ ( 4+ / IV ) NordEst
 3 - Coboldo Caustico 100 m. ED- ( 5 / III ) NordEst
 4 - Goulotte Rio Gentira 100 m. D ( 3+ / III ) Est
 5 - Cascata Rio Guccie 100 m. D-  ( 3 / III ) Est
 6 - Cascata Ragnatela Tossica 50 m. TD ( 4 / III ) Est
 7 - Cascata Rio Pelvo 100 m. TD+ ( 5 / III ) Est
         
 D - P. Brusà m. 2890 “Coluoir Est”  250 m. D+ ( 3 / IV ) Est
Mappa Cascate  
(click per ingrandire )
 
   
 1 - “ L’ ALTRO VOLTO DEL PIANETA “ Valle Argentera
Il nome la dice lunga su quelle che furono le impressione di GC. Grassi e N. Margaira durante la prima salita di questa i cascata, era il 1986 e simili livelli non erano ancora entrati nella mentalità degli alpinisti, anzi ad onor del vero solo in pochi casi erano stati raggiunti dai più forti specialisti. Bisogna ricordare che l’ attrezzatura e la tecnica di allora era molto inferiore a quella di oggi, si arrampicava tenendo le piccozze collegate con dei cordini all’ imbragatura per appendersi e chiodare, non per incapacità ma per necessità; per posizionare le viti da ghiaccio era necessario avere le due mani libere, in quanto per avvitarle era indispensabile farlo con una leva, piccozza o un altro chiodo.
L’ Altro Volto del Pianeta è forse il gioiello più ambito della Valle, non solo perché è un Grado 6, ma per la sua spettacolarità. Una prima lunghezza completamente esterna di 55 metri, di cui almeno 35 metri a 90° con alcune frange strapiombanti, sosta su spit ( originariamente scalato in due tiri con sosta su ghiaccio in una grottina ) seguito da un’ altra di 60 mt., decisamente più facile.
Disl. : 130 m.
Diff. : ED + ( 6 , III )
Esp. : nord-est
Q.ta : 1900 m.
Discesa : dalla sommità delle due prime lunghezze, con due corde doppie da 60 mt. spit- fix 10 mm. ( 2005) Se si sale anche il terzo tiro, 20 mt. 65°; proseguire salendo verso destra fin sulla costola rocciosa che divide questa cascata da quella posta subito alla destra e scendere per essa con due corde doppie ( chiodi)
Accesso: la colata è inconfondibile ed è posta all’ inizio del pianoro di Brusà del Planes, dalla carrozzabile poco oltre le baite voltare a destra e salire verso la cascata per il canale nevoso. ( 1.30 h da Ponte Terrible )
  2 - - “ Cascatone DEL Buocher “ Valle Argentera
L’ imponente cascatane del Buocher, vero e proprio fiume fermato dal gelo, costituisce un ennesima meraviglia della Valle di Susa. Una colata da non mancare anche perché e quasi sempre in buone condizioni anche durante gli inverni non particolarmente rigidi. Tecnicamente è costituito da tre lunghezze, la prima lunga una cinquantina di metri a 85°, sosta comoda nella nicchia, una seconda che inizia con un breve tratto verticale e poi gradatamente si appoggia, una terza breve e facile che permette di uscire lungo il canale nevoso. Prestare particolare attenzione alle condizioni della neve in quanto la cascata si trova in un colatoio da valanga.
Disl. : 130 m.
Diff. : TD+ ( 4+ , IV )
Esp. : nord-est
Q.ta : 2050 m.
Discesa : Rimontare brevemente il canale per raggiungere i pendii nevosi a sinistra, traversare fino a portarsi sul costolone posto alla destra orografica della cascata. Discenderlo tirando verso destra (senso di marcia), su terreno boscoso ma molto ripido, calando il pendio perde d’ inclinazione e si perviene al di sopra della bastionata rocciosa dove si forma la cascata Coboldo Caustico, piegare decisamente a destra fino ad oltrepassare la parete e con un largo giro discendere nuovamente nel bosco ora più evidente, fin sul fondovalle. E’ diventato quasi consuetudine su questa cascata calarsi in doppia costruendo le abakalov. Tenersi un largo margine per la discesa in quanto non va sottovalutata.
Accesso: raggiunto il pianoro di Brusà del Planes, proseguire verso il fondovalle, oltrepassata la prima cascata ( L’ altro Volto.... ) il versante sinistro orografico della valle diventa molto dirupato, eroso da profondi canali, avanzare fino a quando appare un marcato canale nevoso, culminante con la poderosa cascata. Risalire per esso fino alla base ( 2.15 h da Ponte Terrible )
  3 - “ COBOLDO CAUSTICO “ Valle Argentera
Cascata spettacolare specie nella parte superiore dove una esile candela si insinua fra i grandi strapiombi, donando un angosciosa impressione di estrema precarietà. In realtà questo tratto è negoziabile con una scalata in opposizione sui fianchi rocciosi, che benchè friabili offrono un certo senso di sicurezza. Non sempre la cascata si forma in quanto originata dallo scolo delle acque e non da un torrente sempre presente, è molto più probabile trovarla verso fine stagione piuttosto che durante i periodi di freddo continuo. Tecnicamente si divide in tre lunghezze di corda di cui gli ultimi 25 metri sono i più difficili 90°. Utili chiodi da roccia.
Disl. : 100 m.
Diff. : ED- ( 5 , III )
Esp. : nord-est
Q.ta : 1950 m.
Discesa : con tre corde doppie lungo la cascata, soste su roccia con chiodi normali.
Accesso: raggiunto il pianoro di Brusà del Planes, proseguire verso il fondovalle, oltrepassate le prime due cascate la strada costeggia la parete di roccia strapiombante dove nella sua parte destra si origina la colata, risalire il canale di neve che ne da accesso ( 2.00 h da Ponte Terrible )
  4 - “ GOULOTTE del RIO GENTIRA “ Valle Argentera
Veramente bello è l’ ambiente di questa cascata incastonata fra le rocce, ricorda molto da vicino lo stile di alcuni itinerari di alta quota. Le difficoltà sono moderate ed il ghiaccio sempre spesso e sicuro, l’ accesso facile e veloce. Si inizia risalendo uno stretto canale nevoso con un breve tratto ripido che da accesso alla base della colata, poi si prosegue con tre lunghezze di circa 35 m. 70 / 75 ° con una corta sezione ad 80° nella seconda lunghezza, soste attrezzate su spit ( 2005 ) oppure più classicamente con due lunghi tiri di corda.
Disl. : 100 m.
Diff. : D ( 3 , III )
Esp. : est
Q.ta : 1900 m.
Discesa : con tre corde doppie lungo la cascata, 35 mt. soste su spit 2005, oppure usciti dalle difficolta salire ancora per il canale nevoso poco ripido e appena possibile uscire a sinistra, dove si incontra una buona traccia di sentiero che facilmente riporta alla base.
Accesso: raggiunto il pianoro di Brusà del Planes, proseguire verso il fondovalle, oltrepassate le prime cascate la strada costeggia una parete di roccia strapiombante, poco oltre troviamo un area picnic attrezzata e subito dopo, a destra oltre gli alberi, si reperisce la sinuosa goulotte (1.15 h da Ponte Terrible)
  5 -  “ CASCATA del RIO GUCCIE “ Valle Argentera
La colata si presenta come un vero e proprio torrente fermato dal gelo. Ideale per le prime esperienze, è oggi diventata la classica della valle, percorsa dall’ autunno alla primavera. I pericoli oggettivi sono limitati.
Disl. : 100 m.
Diff. : D - ( 3 , III )
Esp. : est
Q.ta : 1950 m.
Discesa : con un largo giro verso sinistra ( direzione di marcia ) oppure con due corde doppie da 50 m. Ancoraggi su chiodi normali.
Accesso: raggiunto il pianoro di Brusà del Planes, proseguire verso il fondovalle, oltrepassate le prime cascate la strada costeggia una parete di roccia strapiombante, oltre la quale si incontra la goulotte del Rio Gentira proseguire ancora per qualche centinaio di metri sulla sterrata estiva, fin sotto la cascata che si raggiunge per dolci pendii (1.45 h da Ponte Terrible)
  6 -  “ CASCATA RAGNATELA TOSSICA - ICE WEST “ Valle Argentera
A sinistra del Rio Guccie troviamo una specie di piccolo anfiteatro, all’ interno del quale si formano due colate più o meno parallele, alte una cinquantina di metri, Ragnatela Tossica è quella di sinistra, un poco più alta e difficile. Tecnicamente presenta una prima breve sezione a 85° / 90° per poi perdere progressivamente d’ inclinazione, si scala in un unico tiro. Ice West situata appena a destra presenta qualche difficoltà tecnica in meno e sovente il ghiaccio è più abbondante.
Le due cascate possono facilmente essere abbinate tra loro e anche con la vicina Rio Guccie.
- Ragnatela Tossica -
Disl. : 50 m.
Diff. : TD - ( 4 , III )                  
Esp. : est
Q.ta : 2100 m.                      
- Ice West -
Disl. : 35 m.
Diff. : D+ ( 3+ , III )
Esp. : est
Q.ta : 2100 m.
Discesa : traversare a destra oltrepassando l’ altra cascata fino ad un buco tra due giganteschi massi appoggiati, calarsi con una corda doppia 25 m. da un pinetto nel canale di accesso. Oppure dall’ uscita risalire brevemente e scendere con un largo giro verso sinistra.
Accesso: come per la cascata del Rio Guccie, quindi risalire il canale nevoso che nella parte superiore si restringe fra alte pareti rocciose e permette di accedere all’ anfiteatro dove si trovano le colate (2.00 h da Ponte Terrible)
7 -  “ CASCATA del RIO PELVO “ Valle Argentera
E’ l’ ultima, tra quelle descritte in queste pagine, che incontriamo risalendo la valle Argentera. Si origina dalle acque del Rio Pelvo che precipitano sul fondovalle saltando una alta barriera rocciosa. Esteticamente e tecnicamente molto bella ed interessante, fa parte della serie di imperdibili. La colata del Rio Pelvo a paragone di altre fa, più fatica ad andare in condizioni causa il maggior flusso d’ acqua del torrente. Si presenta in un unico salto, di circa 100 metri, che normalmente si scala con due lunghezze, l’ itinerario non è obbligato e nemmeno standard, dipende da come si forma il ghiaccio, soprattutto sul secondo tiro che oppone una bella stalattite di una quindicina di metri a 90°. Nella parte sinistra le pendenze sono leggermente inferiori ma il ghiaccio solitamente più sottile e precario, salendo invece il lato destro è consigliabile fare sosta su roccia su di una comoda cengia. Come già detto tecnicamente si divide in due tiri, il primo di 45 m. a 80° ed il secondo con 15 m. a 90 più altri 35 m. più facili.
Disl. : 100 m.
Diff. : TD+ ( 5 , III )
Esp. : est
Q.ta : 1900 m.
Discesa : risalire brevemente per il canale, poi una rampa verso destra, traversare ancora a destra fino ad incrociare il sentiero estivo per il colle Pelvo e quindi alla base della cascata.
Accesso: seguendo la carrozzabile estiva / pista da fondo oltrepassato tutto il pianoro di Brusà del Planes, in prossimità dei casolari di Troncea sul versante sinistro orografico della valle troviamo la cascata del Rio Pelvo, dalla strada risalire per dolci pendii ingombri di massi fino alla base del salto principale (2.00 h da Ponte Terrible)

| Torna a Ghiaccio Valsusa |

| Cascate Sparse | Novalesa | Moncenisio | Val Clarea | BardonecchiaCesana-Val Thuras-Sestriere | Valle Argentera | Couloir Alta Montagna |
 

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010