ALTOX.it   Guide di Alta Montagna
[ HOME ] [ GUIDE ALPINE ] [ GUIDE ALTOX ] [ PHOTO GALLERY ] [ LAVORO in QUOTA ] [ METEO ] [ AMBIN ] [ NO TAV ]  [ LINKS ] [ CONTATTI ]

- SCUOLA Guide Alpine ALTOX


 Attività
- Alpinismo
 -Sci-Alpinismo
- Arrampicata
- Via Ferrata
- Sci-Freeride
- Ghiaccio
- Spedizioni
- Escursionismo
- Racchette
- Canyoning
Altre Attività
- Parapendio
- Paracadutismo
- Canoa Rafting..
- Lavori speciali  forte esposizione
 Indoor
- MuriArrampicata
- Pan Strapiumb
 
  Valle di Susa
- Alpinismo
- Falesie
- Via Ferrata
- Vie Roccia Md
- Vie Roccia Cl
- Ghiaccio


 
 

IL GRUPPO D’AMBIN OGGI
La poesia che traspare dalle cronache passate, le emozioni che i primi alpinisti ci hanno trasmesso dai Bollettini e dalle Riviste del CAI, hanno come attore principale le nostre montagne, ed esse sono ancora lì, purtroppo poco frequentate. L'ambiente è rimasto selvaggio come allora e la mancanza degli alpeggi e del rifugio Vaccarone rende queste cime ancora più difficili da raggiungere, le mode e i nomi più conosciuti delle altre celebri vette hanno deviato gli alpinisti su altri fronti. Questa esposizione .....


La poesia che traspare dalle cronache passate, le emozioni che i primi alpinisti ci hanno trasmesso dai Bollettini e dalle Riviste del CAI, hanno come attore principale le nostre montagne, ed esse sono ancora lì, purtroppo poco frequentate. L'ambiente è rimasto selvaggio come allora e la mancanza degli alpeggi e del rifugio Vaccarone rende queste cime ancora più difficili da raggiungere, le mode e i nomi più conosciuti delle altre celebri vette hanno deviato gli alpinisti su altri fronti. Questa esposizione oltre a presentare la magia di un'epoca pionieristica e storica, vuole ridestare interesse per la fruizione di un territorio alpinisticamente meritevole.
Tutte le regioni alpine sono in competizione per un forsennato riarmo turistico, stradale, edilizio, i prolungamenti delle stagioni invernali e la ricerca di indipendenza dalle risorse naturali con l'innevamento artificiale, che prosciuga sorgenti e acquedotti, e altrettante artificiali moltiplicazioni di attrazioni e comodità collocabili sul mercato, stanno distruggendo penosamente quello che molte generazioni hanno pazientemente costruito e conservato con il massimo rispetto. Si rischia di accelerare un meccanismo di autodistruzione insensato e suicida, la varietà dell'habitat alpino della nostra valle dal punto di vista ecologico, sociale, economico e culturale non dovrebbe farsi schiacciare da autostrade, linee ad alta velocità, condomini alberghi, impianti di risalita ad innevamento coatto e quant'altro avanza sul fronte dello sfruttamento aggressivo e smisurato.
Paradossalmente, la variegata differenza culturale, la molteplicità delle lingue esprimono la vitalità della civiltà alpina, mentre l'omologazione turistico-industriale-viaria crea unità solo nella distruzione.
Il messaggio lasciato dai primi salitori del massiccio Ambin è una traccia misurata, equilibrata, compatibile con il rispetto della natura. Un passaggio dolce nella storia, dolce ed inconfondibile.
Allora iniziò un vero fenomeno di costume, che vide incontrarsi la cultura cittadina con quella valligiana, la prima prese lentamente il sopravvento sul mondo della montagna, dettando moda, regole e stili di vita, ma ora le condizioni e la crisi del sistema riportano consapevolezza e determinazione: il montanaro ha capito che i suoi valori e la sua cultura sono basilari e determinanti per un futuro vivibile.
Il massiccio Ambin è rimasto isolato e selvaggio come nessun luogo in Valle di Susa e può offrire ancora le stesse emozioni. La giusta valorizzazione di un territorio è tramandare un patrimonio di ambiente e di cultura, di civiltà materiale e spirituale, che meglio si tutela se si conosce da dove proviene.

( Da: "Alpinismo storico nel Massiccio Ambin" -  Pier Mattiel / Marco Rey - Gen. 2006 )

IL MASSICCIO AMBIN Home... Alpinismo Storico... La Mostra... Il Libro... Breve Storia alpinismo V. Susa... Descrizione geografica...  
AltoX Scuola... Oggi... Guide Alpine... Alpinismo... Parete Nord... Grande Traversata Scialpinistica... Traversata Escursionistica...  

 

© 2001 AltoX.it   Tutti i diritti riservati
via San Pietro D'Ollesia, 13 - 10053 Bussoleno - TO -
tel: +39-0122/48242 - fax +39-0122/647158 -  Mobile +39-329/8638025
P.I. 07125780010